Menu

#iDDomus / Parte 3ª / Mobile TV parte 1ª, com’era prima dell’estate 2020

1

Il mobile TV, inteso come il “contenitore” di diversi dispositivi per il nostro intrattenimento, è centrale nel progetto della nostra iD-Domus. Queste furono le sue origini.

L’intrattenimento domestico è un piacere per tutti. Chi non ama vedersi un bel film, la serie TV che tanto ci coinvolge o usare la TV come “terminale” per i propri giochi?
Andiamo quindi oltre al concetto di “mobile TV” per vedere come, per me, ho interpretato e poi aggiornato un luogo di svago.

Era necessario creare una postazione televisiva, accessoriata, comoda da gestire e che potesse anche fungere da “schermo” sul quale duplicare uno dei monitor del computer in caso di presentazioni, riunioni o…

In questo mobile arriva anche il cavo dell’antenna Wi-Fi che mi offre il servizio di Comuni Riuniti XL. È quindi ancor più centrale perché – posizione a parte – in poco spazio è stato raggruppata buona parte della tecnologia che quotidianamente serve e per lavoro e per svago.

Disabili DOC – Mobile TV parte 1ª – Così si presentava il mobile TV prima della revisione dell'estate 2020, visto dall'alto

Il mobile TV visto dall’alto.

Sino all’estate 2020 il Wi-Fi era gestito attraverso una base Apple AirPort Express visibile sulla destra dell’ultima immagine o di quella di copertina.

Il mini impianto Bose venne acquistato nel 2009, lo scelsi come strumento per potenziare l’audio dalla TV, ma serviva anche per mettere e togliere l’audio con un tocco rapido sull’elemento circolare al centro del mobile in prossimità del passacavi. Nel 2009 era un prodotto valido.

C’era però bisogno di centralizzare l’operativita deil’Apple TV e del lettore DVD mentre interagivano con la TV che era anche allora una Sony Bravia. Per ottenere un buon risultato occorrevano due prodotti:

  1. un telecomando universale Logitech Harmony 650;
  2. e uno switch HDMI della Lindy.
Disabili DOC – Mobile TV parte 1ª – Così si presentava il mobile TV prima della revisione dell'estate 2020, dettaglio dello switch HDMI di Lindy e della Apple TV di 3ª generazione

Dettaglio dello switch HDMI di Lindy e della Apple TV di 3ª generazione.

Il primo, l’Harmony 650, avrebbe consentito di inglobare in un telecomando unico non solo tutte le funzioni dei diversi telecomandi, ma avrebbe anche permesso di creare delle attività che avrebbero poi anche gestito in contemporanea più apparecchi.

Quest’ultima funzionalità sfruttava a fondo lo switch Lindy nato proprio per commutare l’origine della sorgente video.

Era quindi stata raggiunta, con il binomio Logitech ~ Lindy, un’autonomia e una semplicità di utilizzo nemmeno immaginata prima di allora. Se non ricordo male era il 2016.

Non essendo mai stato un gran giocatore non vi erano, come non vi sono, console varie…

Questa fu la base per un centro di utilità che quest’anno si è evoluto di pari passo con il D-Setup.

Diversi prodotti presenti nelle immagini non sono più disponibili perché ormai obsoleti. Nei prossimi articoli vedrete i prodotti che hanno aggiornato l’hardware e che hanno anche offerto soluzioni più evolute.

Disabili DOC – Mobile TV parte 1ª – Così si presentava il mobile TV prima della revisione dell'estate 2020

Così si presentava il mobile TV prima della revisione dell’estate 2020.

Share.

About Author

Carlo Filippo Follis

Sono nato il 25 febbraio del 1963 ed a 23 anni ho coronato il mio primo sogno d'impresa: un'attività commerciale che durò per circa vent'anni. Dopo un periodo sabbatico fondai nel 2009 Ideas & Business S.r.l. che iniziò la sua opera come incubator di progetti. Nel 2013 pensai di concretizzare un sogno editoriale: realizzare un network di testate online. DisabiliDOC.it è la seconda testata attiva dal 16 febbraio 2015. Altre già pensate e realizzate prenderanno vita pubblica nei prossimi mesi. Per ora scrivo per passione come per passione ho sempre lavorato per giungere alla meta.

Partecipa

  • 1 commento

    1. Pingback: #iDDomus / Parte 4ª / Mobile TV parte 2ª, VP2 e VP3 VOCOlinc protagoniste domotiche - DisabiliDOC.it

    Leave A Reply

  • Commenti su Facebook

  • Commenta tramite Google+

    Powered by Google+ Comments