Menu

«Se diventassi Disabile anche io?» n. 1 / Marco Rocca, direttore dell’altrui manualità

0

Da persona gestita a persona che gestisce: «… a direzione della manualità di cui non posso più usufruire.». Le capacità di un Disabile spesso passano attraverso “i muscoli” delle altre persone.

Invito a partecipare alla

Presentazione del libro
di Marco Rocca
I petali della follia

Partecipa Disabili DOC

Appuntamento

Sabato 25 Giugno alle ore 18
presso la Sala Granai
del Comune di Altopascio (Lucca)
in Piazza Vittorio Emanuele, 24

Marco Rocca, inaugura l’operazione: «Se diventassi Disabile anche io?»#SeDiventassiDisabileAncheIo – con un testo conciso ma chiaro. La sopraggiunta disabilità lo trasformerebbe da persona gestita che deve agire per altre a persona che gestisce altre risorse umane.
Marco immagina quindi un passaggio dell’azione dai “muscoli” al cervello. Le capacità residue trovano così un’occupazione attraverso un organo che, se non lesionato, mantiene tutte le sue capacità quando addirittura non evolve per un sopraggiunto sapere collegato al momento esperienziale dell’essere Disabile.

Qui di seguito il pensiero di Marco:

Indipendenza ed autosufficienza sono da sempre stati una colonna portante di ogni mia azione e scelta nella vita.Viaggiare ogni angolo del globo, apprendere, sperimentare.
Ecco che allora da disabile non autosufficiente mi immagino una professione autonoma da imprenditore che metta a frutto ciò che ho appreso in tanto viaggiare. Un’attività incentrata su un luogo dove siano le persone “normodotate” e non a volermi raggiungere per usufruire di quella parte di me che è ancora in grado di offrire qualcosa.
Mi immagino di gestire un luogo la dove normodotati super allegri e spensierati si uniscano a disabili intimamente afflitti dal loro status. Musica, danze e magari una bella piscina. Ho sempre creduto che a creare il successo di un business sia la combinazione del visibile con la magica energia di chi lo gestisce. A quel punto metterei le mie esperienze di vita e la mia energia residua a direzione della manualità di cui non posso più usufruire. Il tutto condito da una forte dose di tranquillità in chiara controcorrente allo stress che affligge la miseria umana.
Tutto questo in attesa che questa mia energia residua si esaurisca definitivamente.

Ora che avete letto il pensiero, l’immaginazione, di Marco vi svelo un segreto: Marco da normodotato – normaloide – è diventato veramente Disabile a causa di uno dei tanti eventi che possono colpire tutti.
Il testo che avete letto è quindi reale ma scritto sui ricordi di una vita che già si tramutò e che semplicemente confermò l’idea che Marco già aveva per mantenere una indipendenza e attività lavorativa e di vita.

Marco è quindi l’esempio di come ci si può reinventare passando da uomo di marketing in giro per il mondo a scrittore che gestisce le proprie risorse e non solo.

Disabili DOC vi invita a seguire l’esempio di Marco, immaginate e raccontate la vostra vita pensandovi Disabili.

Inviateci la vostra immaginazione, le vostre storie rispondendo semplicemente alla domanda: «Se diventassi Disabile anche io?»

Condividi

A proposito dell’autore

Carlo Filippo Follis

Sono nato il 25 febbraio del 1963 ed a 23 anni ho coronato il mio primo sogno d'impresa: un'attività commerciale che durò per circa vent'anni. Dopo un periodo sabbatico fondai nel 2009 Ideas & Business S.r.l. che iniziò la sua opera come incubator di progetti. Nel 2013 pensai di concretizzare un sogno editoriale: realizzare un network di testate online. DisabiliDOC.it è la seconda testata attiva dal 16 febbraio 2015. Altre già pensate e realizzate prenderanno vita pubblica nei prossimi mesi. Per ora scrivo per passione come per passione ho sempre lavorato per giungere alla meta.

Partecipa

  • Lascia un commento

  • Commenti su Facebook

  • Commenta tramite Google+

    Powered by Google+ Comments