Menu

Tecnologia Amica / Logitech Harmony Elite: più autonomia per i Disabili e comodità per Tutti

3

Il telecomando universale Logitech Harmony Elite è stato esaminato per valutarne il valore come strumento di autonomia per i Disabili e fonte di comodità per Tutti. Pregi, peculiarità e “talloni d’Achille” di un prodotto comunque eccellente.

Logitech Harmony Elite non è un semplice telecomando universale, è piuttosto un centro di comando a portata di mano e di voce; un sistema complesso ma semplice che potrete istruire comodamente e quasi senza limiti.

Di solito una recensione si conclude con le valutazioni del prodotto – così fanno tutte le testate – ma per essere giusti Disabili DOC sovverte questa regola partendo proprio dai giudizi che terranno conto del tipo di utenza che ha in uso il Logitech Harmony Elite.

La diversa capacità di usare gli arti superiori, le mani soprattutto, determineranno, per l’ambito informatico e dintorni, il confine fra Utente e D-Utente, ossia l’utente Disabile. Per questo motivo, voi che leggete, dovrete valutare quanto segue in base alle vostre capacità d’azione; molto di quanto leggerete varrà comunque a prescindere da come siete poiché semplicemente un prodotto può valere oppure no anche solo in base a come è stato concepito.

Bene, iniziamo a conoscere il telecomando universale Logitech Harmony Elite.

La pagella

Analizzate attentamente la tabella che segue e vi saranno subito chiari i criteri di valutazione, poi l’articolo vi proporrà dei perché e delle risposte come anche delle interessanti presunzioni.

Valutazioni per Normodotati e Disabili con arti superiori efficienti
Hardware: Telecomando + Hub Wi-Fi
1.1 Binomio Telecomando + Hub Wi-Fi 9,9
1.2 Hub Wi-Fi 9,9
1.3 Telecomando 8,0
1.4 Telecomando e base di ricarica, postura verticale 6/7,0
Software: App Harmony
1.5 Nel complesso 8,5
1.6 L'aggiunta di dispositivi o attività 9,0
1.7 La gestione dei dispositivi 8,5
1.8 Le aree “operative” dei telecomandi virtualizzati 6,0
Software: Gestione tramite assistenti vocali
1.9 Per la loro indisponibilità in Italia -10,0
1.10 Per funzioni etc. -,-

Valutazioni per Disabili con arti superiori depotenziati e/o distonici
Hardware: Telecomando + Hub Wi-Fi
2.1 Binomio Telecomando + Hub Wi-Fi 9,9
2.2 Hub Wi-Fi 9,9
2.3 Telecomando 5,0
2.4 Telecomando e base di ricarica, postura verticale 4/5,0
Software: App Harmony
2.5 Nel complesso 8,5
2.6 L'aggiunta di dispositivi o attività 9,0
2.7 La gestione dei dispositivi 8,5
2.8 Le aree “operative” dei telecomandi virtualizzati 4/5,0
Software: Gestione tramite assistenti vocali
2.9 Per la loro indisponibilità in Italia -10,0
2.10 Per funzioni etc. -,-

Premessa

Partiamo da un presupposto: Logitech Harmony Elite è un prodotto d’eccellenza e lo è anche grazie a un enorme database di prodotti immediatamente correlabili ai telecomandi Harmony.

La parte critica della recensione vuole far emergere delle carenze, delle incongruità e delle scelte (iL)Logitech che, se risolte, potrebbero elevare di moltissimo il potenziale e l’usabilità dell’Harmony Elite.

In ultimo, ogni consiglio che verrà dato non solo costerà una miseria a livello attuativo, ma – dettaglio fondamentale – non sarà minimamente messo in discussione l’hardware e quindi solo una mancanza di buona volontà potrà negare all’utenza Harmony le implementazioni di cui leggerete.

Gallera immagini

Come di consueto vi propongo una galleria di immagini affinché abbiate una visione d’insieme del prodotto prima di esaminare i vari argomenti a esso correlati.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra il telecomando universale Harmony Elite nelle mani di un utente

L’immagine mostra il telecomando universale Harmony Elite nelle mani di un utente.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra il telecomando universale Harmony Elite con il suo Hub Wi-Fi

L’immagine mostra il telecomando universale Harmony Elite con il suo Hub Wi-Fi.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra il telecomando posto nella sua base di ricarica che lo mantiene verticale

L’immagine mostra il telecomando posto nella sua base di ricarica che lo mantiene verticale.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra il telecomando universale Harmony Elite con il suo Hub Wi-Fi e uno smartphone che, come un tablet, può essere un valido sostituto del telecomando

L’immagine mostra il telecomando universale Harmony Elite con il suo Hub Wi-Fi e uno smartphone che, come un tablet, può essere un valido sostituto del telecomando.

Parlando di Hardware

L’hardware è la parte fisica di Logitech Harmony Elite che ha bisogno di un potente software – e ce l’ha – per gestire ogni sua funzionalità.

Prima di esaminare il prodotto è bene capire cosa sia e cosa possa fare un telecomando universale. Quest’ultima definizione sta un po’ stretta a tutta la linea Logitech Harmony perché sarebbe meglio definire questi prodotti come dei “multi telecomandi”.
È infatti possibile – con un solo telecomando – gestire più apparecchi come TV, lettori DVD, Apple TV, media box vari e molto altro. Per semplificare gli esempi rimaniamo alla TV e a quanto vi si può collegare.

Quando acquistai l’Harmony 650 dovevo gestire:

  1. una TV Sony Bravia;
  2. un decoder per la ricezione del canali satellitari;
  3. un lettore DVD sempre di Sony;
  4. una Apple TV di 3ª generazione;
  5. e uno switch HDMI che avrebbe trasferito il segnale del dispositivo in uso alla porta HDMI ARC della TV.

Io, che uso molto malamente le mani, avrei dovuto utilizzare in contemporanea da 2 a 3 telecomandi su un totale di 5. Era una follia impraticabile!

Ecco però rivelarsi l’Harmony 650 che non solo inglobò in sé stesso tutte le funzioni dei vari telecomandi riducendone il numero da 5 a 1, ma mi avrebbe concesso di gestire delle Attività, programmate a computer, grazie all’applicazione “Logitech Harmony Remote Software”. Per esempio, simultaneamente avrei potuto:

  • accendere la TV e definire HDMI ARC come ingresso video;
  • accendere la Apple TV;
  • accendere lo switch HDMI impostandolo sul 3º ingresso, quello a cui era collegata la Apple TV.

Un telecomando, un bottone premuto e 3 dispositivi gestiti contemporaneamente: la celebrazione di una comoda autonomia mai vissuta prima!

A questo punto il “multi telecomando” era pronto a condividere le sue funzioni fra TV e Apple TV.

Come tutti i telecomandi anche l’Harmony 650 era a raggi infrarossi. Logitech Harmony Elite è invece una soluzione integrata che gestisce anche i raggi infrarossi come vettori di comandi.

Ore possiamo entrare nel merito di quel prodotto top di gamma per la linea Harmony ma non solamente.

Il contenuto della confezione

Partiamo dai pezzi che avremo per le mani:

  • Telecomando Harmony Elite (con batterie ricaricabili)
  • Harmony Hub
  • 2 mini estensori a infrarossi
  • Base di ricarica
  • Cavo da USB A a Micro USB
  • 2 alimentatori CA
  • Documentazione per l’utente

Il codice prodotto Logitech è 915-000257.

Binomio Telecomando + Hub Wi-Fi

È importante sottolineare che il Telecomando dipende dal’Hub Wi-Fi, è infatti possibile usare solo l’Hub Wi-Fi se si utilizza uno smartphone o tablet per eseguire l’App Harmony che, dialogando con l’Hub, ci permetterà di gestire ogni azione possibile; è però impossibile usare il solo Telecomando che non è conseguentemente nemmeno venduto separatamente.

Logitech Harmony Elite è quindi il binomio perfetto per il salotto di casa vostra o per gran parte di essa, il telecomando è comodo e immediato.
Tenete però presente che, volendo, l’Hub associato a uno smartphone o tablet è già risolutivo è potrebbe essere sufficiente per quei Disabili che usano già questi dispositivi come dei vademecum d’indipendenza.

La valutazione di 9,9 premia la sintonia fra i due componenti.
Il punteggio vale tanto per l’Utenza quanto per la D-Utenza.

Hub Wi-Fi

Potente, adeguatamente piccolo, e dotato di due estensori IR per l’emissione di raggi infrarossi. Una soluzione geniale che affida al Wi-Fi l’invio e la ricezione dei comandi che l’Hub comprenderà e li renderà comandi IR, a raggi infrarossi.

All’Hub potete collegare due estensori IR, ciò significa essenzialmente due cose: l’Hub di suo emette già raggi IR, ma se collocato al chiuso o in una posizione sfavorevole per gestire tutti i dispositivi, ecco che potrete collegarvi 1 o 2 degli estensori IR in dotazione per ovviare al problema.

Tutte queste caratteristiche consentono di posizionare l’Hub anche non nel mobile TV – anche qualora la stessa avesse un ruolo primario nel vostro progetto domotico – ma ovunque l’Hub e i suoi estensori IR possano essere collocati per gestire più dispositivi IR raggiungibili.

Gli estensori sono gestiti tramite cavetti adeguatamente lunghi che ne garantiscono anche l’alimentazione. In un futuro, sarebbe interessante avere degli estensori IR gestiti via Wi-Fi, magari due modelli: uno con cavo di alimentazione e uno montato direttamente su una piccola spina elettrica.
Quest’ultima soluzione renderebbe possibile gestire ogni parte della casa con un unico centro di controllo, un unico Hub.

La valutazione di 9,9 è giustificata dal fatto che l’Hub funziona egregiamente e perché non sono riuscito a immaginare implementazioni come soluzioni di attuali lacune peraltro inesistenti.
Il punteggio vale tanto per l’Utenza quanto per la D-Utenza.

Telecomando

Il Telecomando inteso come strumento fisico di controllo è nel contempo la punta di diamante del sistema come anche uno dei suoi talloni d’Achille, ma vediamo perché.

Parte superiore, i comandi

Le considerazioni che seguono sono più che altro dei sofismi, delle incongruità forse più estetiche e, forse, solo dopo funzionali; tuttavia nulla è scritto giusto per scrivere. Procediamo per punti:

  1. Nel complesso
    Ottimo. Taluni tasti come i Rosso, Verde, Giallo e Blu sono eccessivamente piccoli tanto più se usati da una mano distonica.
  2. Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra lo schema dei bottoni del Telecomando

  3. Bottone Off
    Elegante, ma un po’ piccolo. Però perfetto per l’insieme estetico.
    Sarà anche una funzione gestibile da comando vocale? Se non lo fosse, dovrebbe esserlo!
  4. Display touch
    Semplicemente splendido.
    Se osservate una delle immagini che mostrano frontalmente il telecomando, noterete che questo si sviluppa in “pagine” navigabili orizzontalmente e quindi da destra a sinistra e viceversa.
    Se mai dovesse essere riprogettato il telecomando, molti Disabili potrebbero apprezzare 2 bottoni per lato lunghi, ciascuno, più o meno metà dell’altezza del display che potrebbero avere una doppia funzione: scorrimento schermate e input per scorrimento verticale e conferma azione (OK/Enter).
  5. Activities & Devices
    Molto belli, molto ben visibili e raffinati; molte mani Disabili li avrebbero preferiti “fisici”, ma penso che un breve “allenamento” possa giustificare la scelta stilistica.
  6. Da “Indietro veloce” a “Info”
    Questa area è molto ben concepita.
    Perfetta per chi non è Disabile. In quanto Disabile avrei gradito che “Play” e “Pausa” fossero stati dimensionati e posizionati come “Exit” e “Menu”; sarebbe stato necessario inserire una riga di bottoni in più, era possibile farlo riducendo lo spazio vuoto attorno a “Activites” e “Devices”.
  7. Bottoni Rosso, Verde, Giallo e Blu
    Sono un po’ troppo piccoli. Riducendo lo spazio fra i bottoni – vedasi “DVR”, “Guide” e “Info” – potevano essere resi leggermente più grandi.
  8. Ultimo blocco bottoni
    Il tasto centrale “+ -” va benissimo così com’è. Le rappresentazioni grafiche dei bottoni laterali – “Lampadina” e “Presa” – sono a dir poco inopportune.
    Nell’intero contesto di come si può usare il Telecomando dell’Hatmony Elite penso che lampadine e prese non rappresentino priorità tali da occupare 4 bottoni che, comunque, potevano sempre essere abbinati dall’Utente a lampadine e prese sempre che prima non fossero stati occupati da bottoni diretti dedicati magari a “Netflix”, “Prime Video”, “Disney+” e…
    Ne consegue che una dicitura “P1”, “P2”, “P3” e “P4” – dove “P” significa Personal avrebbe avuto più senso.
    Nota: Logitech ha pensato questi bottoni proprio solo per lampadine e prese, ne consegue che non è possibile associarvi un tasto diretto che, per esempio, porti a Netflix (particolare verificato con il Supporto Logitech).

Nel complesso l’insieme è molto ben studiato e pratico se non si hanno limiti dettati da una qualche disabilità. L’unico vero obbrobrio concettuale e stilistico è quanto descritto nell’ultimo punto qua sopra.

Fattore forma

L’Harmony Elite ripropone una assurdità che era già dell’Harmony 650 e che, più o meno, interessa l’intera gamma Harmony: un fattore forma assurdo per quanto concerne l’involucro che poi determina la postura del telecomando.

Chi mai ha visto un telecomando che punta verso il basso?

L’obiezione potrebbe essere: «Quando ce l’ho in mano lo dirigo come voglio!»

Fin qui come si potrebbe dare torto a chi obbietta?

Proviamo però a ribattere così: «Sì, certo! Potendolo tenere in mano…»

Però a tutto, o quasi, c’è una soluzione. Più avanti nell’articolo leggerete di come è possibile da parte di Logitech ovviare al problema senza neppure modificare il Telecomando!
Non solo, creando, o facendo realizzare, un accessorio che venderebbe guadagnandoci!

Telecomando e base di ricarica, postura verticale

Negare che sia d’effetto la posizione verticale del Telecomando sarebbe da deficienti. È di grande impatto questo obelisco tech, in certi casi può anche essere pratico per taluni, è però necessaria un’alternativa che riporti in orizzontale il Telecomando per una serie di buoni motivi:

  1. L’altezza
    Non tutti difronte alla TV hanno uno spazio – in altezza, da ripiano a base TV – superiore all’ingombro verticale dell’Harmony Elite.
  2. Cover protettive
    Che io sappia esiste solo una cover per l’Harmony Elite e la mostro più avanti nell’articolo. Peccato che il costruttore l’abbia dovuta concepire tagliata, divisa, in 2 pezzi perché, giocoforza, il pezzo inferiore deve essere rimosso se si vuole inserire il Telecomando nella base di ricarica.
    Provate a chiedervi: «Quanto mai sarà comodo dover mettere e togliere, mettere e togliere, mettere e togliere… una mezza cover che a differenza della parte superiore si dilaterà, perderà presa e…?»
  3. Inserimento e rimozione dalla base di ricarica
    Se si gestiscono bene braccia e mani, l’operazione è semplice, sicura e la base ha una sagoma che invita il Telecomando ad appoggiarsi perfettamente.
    Se siete Disabili, con forti problematiche agli arti superiori, sono ca**i amari, personalmente non ho ancora osato provare… ho troppo rispetto per un così bell’hardware che ribaltarlo o, peggio, farlo volare mi dispiacerebbe.

Valutazioni sul Telecomando + Hub Wi-Fi

In questo caso è d’obbligo fare due diverse valutazioni:

  • Valutazioni per Normodotati e Disabili con arti superiori efficienti
    – Il solo Telecomando si aggiudica un bell’8,0 perché, sofismi a parte, è un gran bel telecomando.
    – Telecomando più base di ricarica perdono punti per quanto detto raggiungendo una valutazione, generosa, pari a 6/7,0
  • Valutazioni per Disabili con arti superiori depotenziati e/o distonici
    – Il solo Telecomando si aggiudica un 5,0 a causa del suo fattore forma mentre invece, se fosse reso stabile e antiscivolo, avrebbe meritato un 8,0 tenendo presente – e qui bisogna essere intellettualmente onesti – che nessun prodotto potrà mai soddisfare le esigenze variegate di tutti i Disabili.
    – Telecomando più base di ricarica arrivano a fatica al punteggio di 4/5,0 sempre per i motivi già detti.

Parlando di Software – App Harmony

È doverosa una premessa: la App per smartphone e per tablet è veramente ben concepita sebbene presenti almeno una grande lacuna di cui mi occuperò in seguito.

Quello che manca – almeno per macOS di Apple, non uso Windows – è una versione altrettanto funzionante per lo strumento meglio fruibile par molti Disabili: il computer.
C’è da augurarsi che Logitech sviluppi presto una nuova App per Mac attingendo proprio dalla versione iOS / iPadOS per renderla compatibile con Big Sur ottimizzata per Apple M1 Silicon.

Se poi potesse funzionare anche con sistemi operativi precedenti farebbe certamente la felicità di più utenti.

La App è quindi disponibile per iOS / iPadOS e Android.

Entriamo ora più nel dettaglio sebbene, proprio per spiegare questa App, seguiranno dei tutorial dedicati.

Nel complesso

È una App completa e concepita abbastanza bene. Come appena detto, verrà approfondito l’argomento attraverso tutorial che entreranno veramente nel merito di aree e operatività maggiormente usate.

L’aggiunta di dispositivi o attività

L’argomento è fondamentale visto che l’intero ambiente Harmony, non solo Elite, si appoggia a un database di circa 270-300.000 dispositivi pronti per essere correlati al vostro telecomando.

Questa è la vera forza di un sistema integrato che non è solo hardware e App, ma anche fruibilità di istruzioni pre impostate che verranno scaricate e sincronizzate nel vostro Harmony Elite o altro telecomando della stessa serie.

Ero deciso a mostrarvi già in questo articolo come si aggiunge un dispositivo e come si crea una attività, ma preferisco rimandarvi a un tutorial dedicato sia per un maggiore approfondimento e sia per non perdere un focus d’inquadratura più generale che è poi quello che vi fa ben comprendere se e come Harmony Elite potrà migliorarvi la vita nella vostra Domus.

La gestione dei dispositivi

Anche per questo argomento vi sarà un tutorial. È però doveroso entrare in un’ottica che ci fa andare ben oltre l’argomento TV e dispositivi correlabili perché il dispositivo è tutto quanto di domotico, e/o gestito a raggi infrarossi, può essere correlato al telecomando.

Sebbene vi sia un database di dimensioni veramente mostruose, e comunque in costante crescita, è possibile gestire anche dispositivi non pre inseriti nel DB, ma che noi potremo far apprendere al sistema come nuovi telecomandi; occorre solo un po’ di pazienza, ma il risultato è garantito.

Le aree “operative” dei telecomandi virtualizzati

Dopo aver correlato dispositivi vari e aver impostato le attività che occorrono, non resta che gestire in comodità e autonomia il nostro super telecomando.

Sebbene sia già stato detto è meglio ricordare un dettaglio non indifferente dell’Harmony Elite: non è un semplice telecomando a raggi infrarossi, ma appoggiandosi a un Hub Wi-Fi il suo utilizzo può avvenire sia dal telecomando fisico, in dotazione con l’intero sistema, ma anche da quei molti telecomandi richiamabili sullo smartphone o tablet che sono la rappresentazione virtuale di tutti quelli fisici dei vostri vari apparecchi.
Questo è un dettaglio fondamentale per tutti gli utenti, ma ancor più interessante per molti Disabili che potrebbero scegliere di operare attraverso il display molto grande di un tablet che forse, anche perché coinvolto in altri utilizzi, è uno strumento più alla portata del suo proprietario.

Le aree “operative” sono quindi estremamente importanti proprio per questo motivo.

Il primo pregio di queste aree è una proposta differenziata e selezionabile di differenti layout di comando. Sarà quindi possibile “sfogliare” le varie opportunità per scegliere quella a noi più comoda.
Per comprendere meglio quanto scritto e quanto seguirà, ingrandite le immagini qui di seguito facendo riferimento anche alle varie didascalie.

Le immagini che seguono sono schermate di iPad.
Nota: su iPad l’orientamento orizzontale è l’unico gestito dalla App Harmony, se per diversi motivi questo dettaglio è molto apprezzabile per altri potrebbe risultare un limite; su tablet Android non mi è stato possibile effettuare il test.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPad la App Harmony, home attività

Su iPad la App Harmony, home attività.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPad la App Harmony, home dispositivi

Su iPad la App Harmony, home dispositivi.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPad la App Harmony, comandi del dispositivo in uso

Su iPad la App Harmony, comandi del dispositivo in uso.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPad la App Harmony, in attività la modalità touch

Su iPad la App Harmony, in attività la modalità touch.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPad la App Harmony, in attività i preferiti

Su iPad la App Harmony, in attività i preferiti.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPad la App Harmony, in attività i comandi del dispositivo alcuni dei quali richiamabili tramite slider (barra grigia orizzontale)

Su iPad la App Harmony, in attività i comandi del dispositivo alcuni dei quali richiamabili tramite slider (barra grigia orizzontale).

Le immagini che seguono sono schermate di iPhone.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, in attività la modalità touch

Su iPhone la App Harmony, in attività la modalità touch.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, in attività i preferiti

Su iPhone la App Harmony, in attività i preferiti.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, in attività 1ª schermata comandi

Su iPhone la App Harmony, in attività 1ª schermata comandi.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, in attività 2ª schermata comandi

Su iPhone la App Harmony, in attività 2ª schermata comandi.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, in attività 3ª schermata comandi

Su iPhone la App Harmony, in attività 3ª schermata comandi.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, in attività 4ª schermata comandi

Su iPhone la App Harmony, in attività 4ª schermata comandi.

Logitech non si è certamente risparmiata e quindi merita un plauso!

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, simulazione di come potrebbe essere dimensionata un'area di controllo con le fattezze del Telecomando dell'Harmony Elite

Su iPhone la App Harmony, simulazione di come potrebbe essere dimensionata un’area di controllo con le fattezze del Telecomando dell’Harmony Elite.

C’è però una lacuna in queste are “operative”: non ve n’è una che riproduca il tlecomando fisico restituendo all’utente la stessa esperienza che avrebbe proprio se usasse il Telecomando dell’Harmony Elite.

Cerchiamo di capire quali sarebbero i vantaggi di una simile soluzione:

  1. Centralizzazione dell’operatività
    In altre parole si avrebbe un’area di comando universale che – come per il telecomando fisico – potrà variare solo in funzione di quanto vogliamo gestire attraverso “Attività” e “Dispositivi”.
    La parte di display touch screen del telecomando fisico potrebbe essere convertita in due aree Pop-Up contenenti le stesse opzioni raggiungibili sul telecomando fisico; queste ultime dovrebbero poter essere definite dall’utente in funzione alla loro chiusura: tocco una voce di menu e chiudo il Pop-Up oppure tocco una voce di menù e successivamente agisco su “Chiudi” per uscire dal Pop-Up.
    Quest’ultimo dettaglio è estremamente utile per i Disabili distonici che potrebbero agire involontariamente su una errata riga di menù.
    Il Pop-Up, quando attivo, inibirebbe le zone touch sottostanti.
  2. Impostazione della schermata come “home” della App
    Provate a immaginare di aver già impostato il vostro Harmony Elite e quindi di essere in una fase di semplice fruibilità dell’intero sistema.
    Bene, dalle preferenze potrete impostare la schermata descritta al punto precedente come “home” della App. Così facendo è come se aveste nelle mani il Telecomando dell’Harmony Elite.
  3. Dimensione dei bottoni
    Con un layout del telecomando realizzato con la caratteristica di essere responsive, quindi fluido, si avrà una tale dilatazione della silhouette del telecomando da rendere più che usabili e accessibili i più piccoli bottoni. Tanto da renderli grandi, adeguatamente grandi, anche qualora potessi usare il tablet in verticale oltreché in orizzontale.
    Se tornate a guardare le schermate precedenti noterete come, nella migliore delle ipotesi i bottoni siano comunque molto piccoli; in grado di essere attivati solo con molta attenzione e precisione (doti che molti Disabili non hanno).
    Perdonate la ridondanza, ma quella che per tutti potrebbe essere una maggiore comodità, per molti Disabili significherebbe una usabilità oggi impraticabile tramite un display di smartphone o tablet.
  4. Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, l'immagine mostra alcune aree per l'inserimento di bottoni aggiuntivi, complementari, a quelli già presenti di serie, di default

    Su iPhone la App Harmony, l’immagine mostra alcune aree per l’inserimento di bottoni aggiuntivi, complementari, a quelli già presenti di serie, di default.

  5. Possibilità di personalizzare il layout del telecomando
    Se fate riferimento a una o più immagini proposte in questa sezione noterete la gran quantità di bottoni su cui si può agire. Sono tutti sempre necessari? No. Alcuni di essi sarebbe utile averli a portata di click? Certamente sì.
    Sull’onda di questa considerazione un telecomando virtualizzato a display dovrebbe poter essere incrementato nella disponibilità dei suoi bottoni. Questi potrebbero essere collocati dall’utente in apposite aree – come scritto anche in chiusura – poste fra gli attuali “blocchi logici” che non andrebbero toccati oltreché prima e dopo l’intero telecomando.
  6. Possibilità di generare bottoni “diretti”
    Sarebbero molte le utilità di una simile soluzione, la più banale sarebbe la collocazione di bottoni diretti utili a memorizzare quello che ti porta su Netflix, Prime Video, Disney+ e… ma non solo.
  7. Personalizzazioni grafiche
    A complemento del punto precedente potrebbe esserci una utile personalizzazione grafica offerta o dalla stessa App, per i famosi marchi sopra citati e altri importanti, o tramite etichetta di testo o, per quelli ingamba, gif a sfondo trasparente definite in base a precise dimensioni.
  8. Layout auto adattativi
    Con il concetto di “layout auto adattativi” intendo che l’aggiunta di bottoni dedicati sarà visualizzata in base al telecomando del dispositivo in uso.
    Per capirci, il telecomando virtuale della Apple TV avrà il layout base con eventuali bottoni aggiuntivi sa mai fosse necessario, ma certamente non avrebbe tutti quelli eventualmente aggiunti per una TV Sony Brevia.

È importante sottolineare che quanto appena scritto non dovrà cancellare o modificare ciò che è già fatto, semplicemente dovrebbe essere come una soluzione complementare che certamente non sarebbe apprezzata solo dai Disabili bensì da tutta l’utenza Harmony Elite.

Valutazioni sulla App Harmony

Se non fosse per le «Le aree “operative” dei telecomandi virtualizzati» tutte le valutazioni sulla App non solo sarebbero equilibrate, ma decisamente positive.

Solo le Valutazioni per Disabili con arti superiori depotenziati e/o distonici fanno passare il punteggio da 6,0 a 4/5,0.

Se il problema fosse risolto come descritto, facendo ben attenzione a tutti i dettagli scritti e da scrivere, le rispettive valutazioni si allineerebbero su un bel 8,5/9,0.

Parlando di Assistenti e controlli vocali

Grazie al mitico Kris ho potuto esaminare i vari comandi vocali con cui si potrebbe gestire Harmony Elite. in un prossimo articolo vi proporrò la tabella dei vari comandi.

Purtroppo…

Per la loro indisponibilità in Italia

Non posso proporvi la recensione di questa parte estremamente importante di Harmony Elite perché Logitech non ha ancora reso disponibile il servizio nel nostro Paese.

Avrei potuto utilizzando una VPN, mi sarei però trovato a utilizzare una Skill pensata per chi parla inglese, per esempio, è la mia pronuncia di Disabile associata a un’inglese più che mediocre avrebbero falsato il test.

Ho quindi preferito rinunciare.

Per funzioni etc.

Sono certo che i comandi vocali saranno – quando ci verranno resi disponibili – all’altezza dell’intero sistema. Speriamo giungano presto in Italia!

Valutazioni sulla gestione tramite assistenti vocali

Se 10 su 10 è il massimo, per una funzione esistente e importante per tutti, ma negata a un mercato che comunque acquista il prodotto al pari di altri, il punteggio non poteva che essere -10,0.

I comandi vocali serviranno ai Disabili, certamente, ma anche alla mamma che ha il pupo in braccio, alla casalinga con le mani in pasta e a tutti quelli che vivendo il presente avrebbero il diritto di fruire di una funzionalità compresa nel prezzo oltre che attuale!

Come si può migliorare Harmony Elite

Era il 13 marzo del 2016 quando acquistai il mio primo telecomando universale Harmony, era il 650. Un semplice telecomando mi semplificò e migliorò la vita nel tempo libero, potevo utilizzare un solo telecomando per gestire tutto quanto era collegato alla TV. C’era però qualcosa che non era agevole: il fattore forma dell’Harmony 650.

A distanza di anni propongo delle soluzioni fattibili e a un costo veramente contenuto.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra tre diversi telecomandi: uno Sony e due Logitech

L’immagine mostra tre diversi telecomandi: uno Sony e due Logitech. Notate l’innaturale puntamento verso il basso dell’Harmony 650 ed Elite.

Osservate l’immagine che segue, la didascalia descrive i telecomandi.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra quattro diversi telecomandi a confronto

L’immagine mostra quattro diversi telecomandi a confronto. I due centrali sono di una TV Sony Bravia del 2016/17, quello argentato ha un fattore forma ingestibile come moltissimi telecomandi, mentre il nero, molto monolitico, inserito in un guscio Meliconi è decisamente stabile e quindi facilmente maneggiabile. L’Harmony 650 ha un fattore forma che deve essere corretto tramite un guscio in silicone. Semplice e stabile il telecomando Apple TV inserito in una ottima custodia in silicone di Timovo

Il fattore forma è un problema di quasi tutti i telecomandi che, in nome dell’ergonomia e del design, sacrificano praticità e usabilità. Senza intervenire con un rifacimento che sarebbe costoso, è possibile creare gusci, cover, che raddrizzeranno molti problemi.

Il valore di un guscio in gomma o silicone

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra diverse visuali di tre telecomandi: uno Sony e due Logitech

L’immagine mostra diverse visuali di tre telecomandi: uno Sony e due Logitech. L’Harmony Elite è l’unico privo di custodia, di cover, mentre invece necessiterebbe di una buona “cover ortopedica” che lo porti a una posizione perfettamente orizzontale.

Se ingrandite l’immagine alla vostra destra vedrete tre inquadrature nelle quali gli Harmony 650 ed Elite si confrontano con lo splendido telecomando Sony inserito in un guscio Meliconi.

Dall’alto (1.) potete vedere i tre telecomandi a confronto. Anche l’Harmony 650 veste una cover protettiva che però, essendo stata concepita come un guanto non corregge la postura sbilanciata in avanti del 650. Si noti anche come nella presa Micro USB sia stato inserito un frutto Zakpor che si collega magneticamente al suo cavo per la sincronizzazione delle varie impostazioni che venivano definite su computer.

Nel mezzo (2.) e in basso (3.) la scena è di Sony e Logitech. Si nota perfettamente come l’Harmony Elite sia talmente inclinato in avanti che anche una mano senza problemi, che volesse lasciare il Telecomando appoggiato, gestirebbe male il display touch screen perché rivolto in maniera opposta allo sguardo di chi lo dovrebbe usare.
L’emettitore IR non è più un problema visto che il Telecomando ordina all’Hub via Wi-Fi ciò che l’utente vuole, resta però obbligatorio – quasi sempre – prendere in mano il dispositivo per vedere ciò che che vuol gestire e non è comodo per nessuno.

Le due immagini che seguono mostrano invece la cover di Kwmobile che, per l’Harmony Elite, è stata realizzata obbligatoriamente in due pezzi per permettere al Telecomando di svestirsi nella parte inferiore per poter essere inserito nella sua base di ricarica.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra una cover per il telecomando Harmony Elite

L’immagine mostra una cover per il telecomando Harmony Elite. Dovendo essere inserito nella base di ricarica il telecomando, questa cover è divisa in due.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Un'altra visuale della cover di Kwmobile

Un’altra visuale della cover di Kwmobile.

L’immagine seguente mostra come anche solo un banalissimo guscio in silicone potrebbe aumentare infinitamente l’usabilità del Telecomando Harmony Elite oltre che a proteggere un hardware dal costo importante.
Ingrandite l’immagine, esaminatela e subito dopo leggerete dei dettagli di un’idea che è immediatamente fattibile.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra come si può “riabilitare” la posizione orizzontale di Harmony Elite rendendolo stabile e accessibile

L’immagine mostra come si può “riabilitare” la posizione orizzontale di Harmony Elite rendendolo stabile e accessibile.

L’immagine vi ha mostrato la posizione del telecomando così com’è ora. Vi ha poi mostrato come il Telecomando dovrebbe almeno posizionarsi orizzontalmente. Infine vi ha mostrato sempre il Telecomando riabilitato in posizione orizzontale ma inserito in un monolite rosa.
Bene, quel monolite rosa esemplifica una sagoma di gomma, o buon silicone, che avvolgendo il telecomando lo proteggerà mantenendolo in posizione almeno orizzontale.
Sottolineo almeno poiché – sebbene non rappresentata graficamente – potrebbe anche essere realizzata una cover che alzi di 20 o 30º la parte anteriore del telecomando agevolando così la visione del display.

Sempre l’immagine mostra una apertura nel guscio preposta a far passare una struttura di plastica con contatti metallici che ricaricherebbe in posizione orizzontale il Telecomando.

Per quanto uno stampo a iniezione per una base di ricarica così concepita non costi molto, non penso che Logitech metta in cantiere una seconda base di ricarica che verrebbe acquistata solo per necessità e quindi solo da una parte di Disabili.

Sono però convinto che un guscio in silicone fatto più che bene venderebbe moltissimo!

Sarebbe acquistato dai Disabili, ma anche da quanti vorranno una protezione rugged a prova di bambini, atti di distrazione e…

Poche migliaia di euro per un prodotto che costerebbe al pubblico dai 10 ai 15 $/€.

Le due immagini che seguono mostrano il guscio in silicone per la Apple TV realizzato da Timovo, è un valido esempio di come dovrebbe essere la cover per il Telecomando Harmony Elite per qualità e base antiscivolo.

Dovremo togliere la cover per rimettere in carica il Telecomando? Ma cosa importa! Sarebbe un delirio se le batterie durassero due giorni…
Dovremo chiedere aiuto per questo? Va bene, ma nel frattempo gestiremo meglio e con meno timori un Telecomando che ci offre autonomia, ma che ci è anche costato giusto due soldi…

Cara Logitech, o perché non Caro Timovo, la vogliamo fare questa cover “riabilitativa”?

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra la cover di Timovo che dovrebbe essere di ispirazione per gusci destinati alla linea Harmony dei telecomandi Logitech

L’immagine mostra la cover di Timovo che dovrebbe essere di ispirazione per gusci destinati alla linea Harmony dei telecomandi Logitech.

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – L'immagine mostra la cover di Timovo che ha una ottima presa con il piano di supporto, il fattore anti scivolo è fondamentale

L’immagine mostra la cover di Timovo che ha una ottima presa con il piano di supporto, il fattore anti scivolo è fondamentale.

Una base di ricarica orizzontale

È l’idea già discussa al punto precedente. Non credo che Logitech la realizzerà mai, ma se dovesse accadere dovrà essere disegnata con un fattore forma che ospiti il guscio e lo auto-centri in fase di appoggio affinché i contatti elettrici – base telecomando – vengano perfettamente a contatto garantendo la ricarica.

Un telecomando virtualizzato anche nella forma

In questo caso parliamo dell’App Harmony.

Sebbene sia estremamente completa e presenti più varianti di schermate per agire nel controllo di un dispositivo, per esempio una TV, ciò che manca è la virtualizzazione di un telecomando a bottoni incrementabili come anche già descritti.

In altre parole c’è bisogno di una schermata che riproponga il Telecomando Harmony Elite così com’è nella realtà e come l’utente l’ha programmato; cosicché l’utente medesimo potrà poi decidere se incrementare il numero dei bottoni inserendoli in apposite aree che si potranno inserire fra gli attuali “blocchi logici” nonché prima ho dopo il telecomando, quindi nell’header e nel footer.

La schermata non dovrà proporre nient’altro affinché il layout, la sagoma, del Telecomando si dilati in larghezza anche sino al 90% dell’area disponibile cosi de rendere massimamente grandi i bottoni che dovranno anche avere simboli e scritte fortemente contrastati.

Questo telecomando virtualizzato graficamente, anche in virtù dell’attuale qualità dei display di smartphone e tablet, sarebbe uno spettacolare strumento di usabilità e quindi di accessibilità al mondo dei controlli!

Disabili DOC – “Speciale Logitech Harmony Elite” – Su iPhone la App Harmony, simulazione di come potrebbe essere dimensionata un'area di controllo con le fattezze del telecomando dell'Harmony Elite

Su iPhone la App Harmony, simulazione di come potrebbe essere dimensionata un’area di controllo con le fattezze del telecomando dell’Harmony Elite.

Facciamo parlare Harmony Elite

Una grande azienda come Logitech non si può permettere di non dare la disponibilità della propria Skill Amazon Alexa, per esempio, a un mercato al quale vende un suo prodotto che può essere gestito tramite comandi vocali.

In un’epoca in cui il Covid-19 obbliga il mondo allo smart working, si riescono a progettare, realizzare, produrre e commercializzare nuovi hardware e non si riesce a implementare un software che può viaggiare via internet in barba all’epidemia?

Questa o è folle strategia o è semplice fancazzismo, non c’è alternativa!

Ho potuto esaminare i comandi vocali in inglese e quindi prego Logitech di rivalutare le sue decisioni e rendere la gestione tramite assistenti vocali disponibile in Italia e in altri eventuali paesi ove mancasse ancora.

È troppo importante per molti Utenti e D-Utenti!

In conclusione

Grande Logitech!

L’esclamazione è il giudizio conclusivo e generalista. Logitech è un grande marchio che produce gran bei prodotti. Questa è una realtà innegabile.

Mi auguro veramente che in Logitech comprendano la necessità di riallineare il livello qualitativo e le scelte tecniche e strategiche del comparto Software & App con il comparto Hardware.
Sarebbe una scelta vincente perché spesso il confronto avviene sulle prestazioni e per molti prodotti il livello di prestazionalità è direttamente collegato a quel di più che si chiama software.

In ultimo, sebbene in primis, un’azienda e fatta di Persone come Kris, Francesca, Ilaria, Ben e… e sono solo le Persone, quelle con la “P” maiuscola in grado di determinare i cambiamenti più utili e necessari.

Quindi Grazie a Tutti Voi perché noi ci affidiamo a Voi!


Riepilogo prodotti

Prezzi, caratteristiche e disponibilità potrebbero variare.
Non perdete l'opportunità per fare un buon acquisto!

Visitate la pagina Acquisti DOC ➤
e scoprite offerte e Speciali.

Logitech Harmony Elite – Telecomando universale + Hub Wi-Fi

È utile alla gestione di dispositivi IR. Virtualizza ogni telecomando atto al comando di dispositivi oltreché sistemi domotici.

Scopri tutte le caratteristiche...

Share.

About Author

Carlo Filippo Follis

Sono nato il 25 febbraio del 1963 ed a 23 anni ho coronato il mio primo sogno d'impresa: un'attività commerciale che durò per circa vent'anni. Dopo un periodo sabbatico fondai nel 2009 Ideas & Business S.r.l. che iniziò la sua opera come incubator di progetti. Nel 2013 pensai di concretizzare un sogno editoriale: realizzare un network di testate online. DisabiliDOC.it è la seconda testata attiva dal 16 febbraio 2015. Altre già pensate e realizzate prenderanno vita pubblica nei prossimi mesi. Per ora scrivo per passione come per passione ho sempre lavorato per giungere alla meta.

Partecipa